Crea sito

NMS – Numero Aperto 2019

Ricerche

Angelo Pio Buffo, Under the Sign of Janus. Rethinking Human Duties

Abstract: The image of Janus – the Two-headed deity who could look in two opposite directions – constituting the archetype of the double side of things, is an appropriate key to understanding the dual nature of human duties. Just like the ancient Roman divinity, they seem to show two inseparable and apparently irreconcilable faces: the face of limit and restraint, and the face of solidarity. Each of them fulfils important tasks. The first aims to contain the possible anomic development of the activity of claiming. The second, on the other hand, by promoting solidarity as a fundamental good of every political community, is a condition of possibility for the implementation of rights and the persistence of democracies. The awareness of the coexistence of these two faces justifies the attempt to rethink duties and to reverse a trend which, with rare exceptions, has led to their marginalisation in legal discourse and in the political institutions of liberal democracies.

Biografia autore: Angelo Pio Buffo è Dottorando di ricerca in Scienze giuridiche presso l’Università di Foggia.

Destinazione articolo: pubblicazione prevista su NMS Anno V, n. 8/Aprile 2019


__________________________________________________________________________________________

Bjarne Melkevik, Onorare l’esigenza identitaria: l’identità Saami e il diritto norvegese

(Traduzione italiana a cura di Amar Laidani, rivista da Silvia Visciano)

Abstract: La ricerca di un modus vivendi giuridico-politico con i popoli autoctoni è dovunque all’ordine del giorno. L’autore analizza nel presente contributo il modello norvegese in seno al quale, attraverso riforme costituzionali e legislative, la Norvegia ha riconosciuto alcuni diritti sostanziali alla sua minoranza culturale, il popolo Saami (i.e. dei Lapponi). L’articolo esamina il contesto e il contenuto del diritto costituzionale attraverso il quale lo Stato norvegese riconosce discriminazioni positive a favore dei Sami. Lo Stato assicura a questa minoranza un aiuto economico, in tal modo assicurando la sua sopravvivenza culturale e politica. Il diritto politico accordato ha permesso alla popolazione minoritaria di costituire un parlamento Saami, eletto a suffragio universale da parte della sua popolazione e dotato di un’ampia competenza politico-giuridica sulle questioni lapponi.

Destinazione articolo: pubblicazione prevista su NMS Anno V, n. 8/Aprile 2019

__________________________________________________________________________________________

Documenti e interventi

Sara Daas, Otherness in Tunisia: black minority’s forgotten identities

Incipit: Black Tunisians account for the 10% to 15% of Tunisian population, according to the last surveys (Grewal 2018) . This uncertainty concerning the current presence of blacks results from current Tunisian census modes, which do not include skin color as a factor; moreover, the total lack of diachronic statistical accounts makes it hard to trace a chronological development of black people presence in Tunisia. Data about the geographical distribution across the country are also poor, although historically the black community in South Tunisia has been always more consistent than in the North, particularly in the regions around Sfax, Gabes, Douz, Kebili, Djerid, Médenine and Tataouine (Abdelhamid 2018).

Biografia autore: Sara Daas ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze cognitive presso l’Università di Trento.

Destinazione articolo: pubblicazione prevista su NMS Anno V, n. 8/Aprile 2019


__________________________________________________________________________________________

Documenti e interventi

Giovanni Maria Molfetta, Gennaro Perrotta: una sintesi efficace degli studi classici in Italia

Incipit: Nello scenario della filologia classica italiana del Novecento Gennaro Perrotta non fu soltanto uno degli interpreti più brillanti ma indicò un punto di snodo forse necessario nella definizione di un volto non più parziale per gli studi sull’antico in Italia. Qui, durante l’epoca pre-unitaria, le condizioni della filologia classica erano di estrema arretratezza, in netto ritardo rispetto agli altri stati d’Europa; tra questi la Germania esercitava un’indiscussa quanto illimitata egemonia.

Biografia autore: Giovanni Maria Molfetta ha conseguito la Laurea magistrale in Lettere moderne presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Destinazione articolo: pubblicazione prevista su NMS Anno V, n. 9/Ottobre 2019


__________________________________________________________________________________________

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione clicca sul pulsante ACCETTO maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Nuovomeridionalismostudi.it utilizza solo “cookie tecnici”. Nello specifico Nuovomeridionalismostudi.it utilizza specifici plugin per monitorare l’andamento delle visite sul proprio portale. Su Nuovomeridionalismostudi.it sono presenti funzioni social collegate ai principali social network quali Facebook, Twitter, Google +, Google Maps, YouTube, Vimeo.

Chiudi